Come fare parentesi graffa sul mac

I know very very basic programming, but when I say basic, darn it, I mean basic, and no, I don't mean the basic language, ha ha. I mean, I'm incredibly beginner level if even that. Is there any program out there for the mac, maybe something like Keyboard Maestro, or whatever that without knowing much code tactic would allow me to have a sighted person place the mouse pointer on the icon for me without clicking it, then let me somehow assign a macro or a memory location based on screen coordinants on the X and Y axis to that location.

One good thing is that this icon I'd need to click in that screen never moves, ever. I'm thinking if I could find a way to somehow make an Apple script, or a way to somehow make a memory type thing of a preset, where I hit one key, and it jumps to that area, Voiceover not withstanding, then I'd be all set, as then, after calling that script or whatever, I'd just click my physical mouse itself, and boom! Mission accomplished. Before anyone goes the Voiceover route of saying something like, just set a sweetspot on the screen, or set up a Voiceover hotspot or what not, remember, I'm an incredibly advanced Voiceover user.

I'm totally totally aware of those methods. They won't work though, as Voiceover won't gain focus inside that popup window to start with, and in order for those tricks to work, you'd have to first gain access to the window in the first place. As I said, I don't know if this is a floating window, or a motle window.

Being you can't move it nor resize it, I'm gonna lean more toward it being an overlaid motle window which probably is popping up on top of the main UI framework of the application itself. Not sure if it's an O L E module or not. Probably not, but you get the point This would require you to position the mouse at a known spot before evoking this ap. In order to try out this Mouse Automation Software for Mac, you would need a Mac with minimum version of Once your Mac fulfills the above installation requirement of having a Mac of version Mac OS X or newer version, you are ready to go.

Download trial version of Mac Auto Mouse Click by either clicking on the download link mentioned in this sentence or right click on the Download link and click on save target. Double Click on the downloaded zip file to extract the software installer package. A Video Tutorial of this Macintosh Software Application will popup after the installation is complete.

In the Applications folder, you will find an icon with the name Auto Mouse Click. Double Click on the Auto Mouse Click icon to launch it. You can optionally right click on the software icon in the dock and select the option to keep the Auto Mouse Click in dock for easy launching of the application. Potete anche mettere una guida ad una funzione, aggiungendo delle stringhe di spiegazione per ogni parametro, potete anche mettere una stringa iniziale di descrizione. Questa guida apparira' con il comando help :. Una funzione ricorrente e' una funzione che chiama se stessa per eseguire piu' volte la stessa cosa.

E' utile ma e' anche molto facile creare cicli infiniti da cui non si esce piu'. Vediamo un caso concreto: cerchiamo di entrare in tutte le cartelle, partendo da dove e' eseguito il programma. Ecco come si fa:. Per capire bene gli oggetti bisogna mettere subito in pratica la loro utilita'; creiamo un oggetto "moto", che conterra' dei valori per freni, km e luci. Abbiamo creato l'oggetto moto, ora possiamo creare altri oggetti come moto, che abbiano proprio moto come padre:. In Rebol esistono delle interfacce gia' pronte per tutte quelle finestre utilizzate nella maggior parte dei programmi moderni: dagli avvisi alla richiesta dei file, alla richiesta del colore e cosi' via Ecco un elenco:.

Potete impostare anche le scritte dei pulsanti con la raffinazione with :. Fa apparire una finestra di avviso e poi scompare con il comando unview. Mostra all'utente lo scaricamento di un file da internet, ma l'utente puo' interrompere il download in ogni momento:.

Discussioni utente:Giac83

Fa immettere username e password, potete far apparrire lo username con il raffinamento user :. Con la funzione read leggiamo direttamente cio' che ci serve file, pagine web, ecc. Rebol ha due comandi: send e read per inviare e leggere le email. Prima di tutto dobbiamo mettere i dati di connessione con il comando set-net :. E' possibile sia decriptare che decriptare dei testi, basta usare encloak e decloack ; per entrambi i programmi e' necessario fornire la stessa chiave di criptazione:.

Inoltre in rete esistono varie librerie gratuite per dialogare con i piu' famosi database del mondo, guardate qui per esempio:.

il software si chiama gawk

Se comunque ci serve di creare un semplice database possiamo sfruttare le funzioni base. Prima di tutto potete scaricarlo da qui: Attach:RebDB. Non sto a descrivere i primi due, ma basta lanciare il terzo per trovarsi in una sessione di un database SQL!!! E' possibile ottenere il checksum dei file o di un qualunque dato; per chi non lo conosce, il checksum e' come la firma di un file, permette di capire se due file sono uguali. Il checksum che fa Rebol e' il tipo CRC. Il comando si lancia cosi':. L'uso piu' semplice di parse e' per suddividere.

Se vogliamo dividere un testo utilizzando uno piu' caratteri, per esempio la punteggiatura, basta fornire la stringa dei caratteri da utilizzare come divisori:. Si puo' richiedere al comando 'parse se una certa parola e' ripetuta un certo numero di volte. Se non sapete quante volte, potete scrivere any da zero in poi o some almeno uno :. Con i comandi to e thru e' possibile saltare il contenuto di una stringa fino ad un certo punto.

Il comando 'end serve a dire che dopo non ci deve essere nulla. Ma anche controllare l'estensione di un file con parse e' un esercizio molto semplice, proviamo a controllare che il file sia un PDF:. E' possibile specificare un set di caratteri, per esempio da 0 a 9, con il comando charset. Se vogliamo estrarre del testo usando delle regole, la formula piu' comune e' any con skip. Per esempio, ipotizziamo di voler estrarre il testo che si trova tra un numero di tre cifre e il punto:.

Il linguaggio per le interfacce puo' essere molto semplice se si usa un dialetto di Rebol il VID sempre gia' incluso in Rebol , il VID sono tutta una serie di comandi che permettono di scrivere velocemente delle interfacce. Volendo, pero', e' possibile andare piu' a fondo del linguaggio delle interfacce e non usare il VID.

E' un programma per scrivere email. Esiste un altro linguaggio che permette cosi' tanto con cosi' poco? Per fare programmi grafici bisogna usare la funzione view layout []. Se volete che una finestra si apra al centro dello schermo, basta usare il comando center-face :.

Esistono 2 possibili posizionamenti, che possono essere anche alternati, across e below ; per ogni nuova riga o colonna usare la parole return. Se non viene scritto nulla si sottointende below :. Se volete sistemare un elemento in una posizione particolare, potete utilizzare il comando at e la posizione:.

Nel caso non vi bastassero gli stili, potete personalizzare i testi con ulteriori comandi. Il comando font e il comando para. Ognuno di questi comandi ha delle variabili da poter impostare per modificare l'effetto, prima un esempio e poi una spiegazione dettagliata:. L'oggetto bar e' una barra orizzontale x3, potete cambiare la dimensione per renderla verticale. Potete mettere piu' testi, uno rappresentera' il testo normale, l'altro apparira' quando viene premuto.

Gli stili btn si ridimensionano automaticamente al testo contenuto. Usate l'editor integrato di Rebol per analizzare qualunque elemento vi interessi conoscere, esempio:. Potete impostare un colore o un'immagine come sfondo. I comandi sono: backdrop e backtile. Meglio un esempio che chiarisca le idee:. Io consiglio di utilizzare gli stili label per aggiungere del testo vicino ai campi di immissione: esempio:. Questo stile e' una barra di riempimento progresivo, il suo valore varia da zero a uno decimale :.

Lo stile radio e' utile quando l'utente deve scegliere solo una delle possibili opzioni, gli stili radio sono:. Cambiando a il valore di led a true diventa verde. Traducendo in un esempio:. Sonno tutti elementi che permotto di scegliere da una lista di opzioni, la lista puo' essere fornita o con dei testi di seguito, oppure fornendo una serie dopo la parola data :.

L'elemento choice ha diverse variabile, value nella sua azione rappresenta il testo scelto. Se volete modificare successivamente una lista basta cambiare il valore dell'elemento data di questo oggetto, provate il seguente:. Per sapere quale elemento e' stato scelto, basta usare il raffinamento picked , esempio:. Per aggiungere uno scroller per scorrere gli elementi di testo, basta usare il comando scroll-para , questo comando collega uno elemnto di testo con uno scroller:.


  • Comandi LaTeX?
  • setup ruby on rails mac mavericks!
  • Programmare in C# – I cicli • While, do-while, for, foreach • Develop4fun.
  • zeilen fixieren excel 2010 mac.

Esempio semplice box:. Con l'opzione offset potete decidere da dove partire a creare il sotopannello, provate ad inserire:. Potete anche chiudere un'altra finestra, basta mettere il nome del layout che volete chiudere dopo il comando unview. E' possibile far scomparire e riapparire gli elementi di VID con i comandi show e hide , ecco un esempio molto divertente:. Un elemento puo' essere nascosto fin dall'inizio imponendogli il settaggio di show? E' difficile che dobbiate eseguire dei comandi, ma potrebbe risultarvi comodo per impostare alcune variabili.

Beh, per eseguire dei comandi basta usare il comando do :. Molte volte e' difficile capire cosa si puo' sfruttare di un elemento di VID, il seguente script vi aiutera':. Se si vuole assegnare un'azione al pulsante destro del mouse, basta aggiungere un'altra azione all'oggetto, esempio:. Si possono anche associare pulsanti ad azioni, senza doverle associare a particolari elementi della finestra; per fare cio' leggete piu' avanti nella sezione Eventi avanzato. E' possibile aggiungere delle scorciatoie da tastiera, per esempio premere la lettera a se invece di premere un pulsante.

Provate a premere e con l'esempio sottostante:. E' possibile anche mettere delle scorciatoie senza usare degli elementi, basta usare il comando key :.

Sempre grazie al comando keycode e' possibile utilizzare i tasti speciali della tastiera Inizio, Fine, PaggUp, PagDown, le freccie, ecc. Ecco un esempio:. E' sempre possibile modificare un elemento grafico anche dopo che e' apparso sullo schermo, basta:. Rebol permette di modificare le immagini, con tante funzioni a disposizioni.

Tutorial Arduino #11 – Previsioni meteo

Prima di tutto carichiamo un'immagine:. Potete creare molto facilmente delle animazioni con il comando anim , basta avere delle immagini da inserire:. Rebol accetta qualsiasi formato immagine jpg, png, gif , ma non utilizzate gif animate con questo comando. Potete utilizzare gif animate da sole, senza altre immagini.

Mac Auto Mouse Click

Certe colte ci serve sapere dove si trova il cursore, oppure quale stato sia stato premuto, oppure ripetere ciclicamente un comando. Per tutte queste cose ci viene in aiuto il comando feel. Ogni volta che avviene un evento ad un elemento con feel, esso si attiva. Si attiva se passa sopra il mouse, se viene cliccato l'elemento e cosi' via.

Bisogna capire che non c'e' differenza fra un pulsante o un'immagine, per il PC sono la stessa cosa, mentre per noi sembrano differenti. L'evento redraw puo' essere utilizzata o per variare l'aspetto di un elemento o per attivare una funzione quando viene ridisegnata. Ma vediamolo meglio con un esempio:. Come si vede dall'esempio, la prima volta viene disegnato l'elemento e si attiva redraw, poi si attiva quando ci si clicca sopra.

Se scompare non si attiva piu', e poi si riattiva quando appare. Evento molto importante, permette di sapere se il mouse e' sull'elemento, dove si trova il mouse quando viene cliccato. Un esempio chiarisce ogni dubbio:. Comando molto importante, permette di intercettare la pressione di un tasto del mouse, la posizione del mouse, timers e tante altre cose. L'esempio appena descritto vi dice quando viene premuto o rilasciato il pulsante sinistro 'up' o 'down' o destro 'alt-up' o 'alt-down' del mouse.

Anche se apparentemente non sembra molto, guardate come puo' essere sfruttato nel prossimo esempio per fare un elemento trascinabile:. La cosa bella di Rebol e' che facendo uno stile, non c'e' bisogno di ripetere gli comandi per tutti gli elementi, guardate qua:.